20 gennaio 2016

Whatsapp: niente più canone annuale, nuove opportunità per i brand?

Whatsapp si avvicina al miliardo di utenti e annuncia la novità: niente più canone annuale, addio ai 99 centesimi. Sembrerebbe infatti che la quota di utilizzo istituita all’incirca un paio di anni fa sia stata spesso una barriera d’accesso all’applicazione di messaggistica più utilizzata al mondo, soprattutto in quei paesi in cui la maggior parte della popolazione non detiene una carta di credito da collegare al proprio smartphone.

Whatsapp: niente più canone annuale, nuove opportunità per i brand?

Ecco allora che anche Whatsapp si democratizza, rendendosi accessibile a chiunque e confermando così la sua continua ascesa. Ma come guadagnerà, dunque, il colosso della messaggistica? Niente pubblicità, assicurano dai piani alti; ricavi alternativi potrebbero infatti giungere dai business: a breve si inizierà a testare servizi più commerciali studiati ad hoc per il B2C, per permettere alle aziende di comunicare al meglio con i propri clienti.

Whatsapp: niente più canone annuale, nuove opportunità per i brand?

Un modello di business diverso dalle solite ads che potrebbe trasformarsi in un’enorme opportunità per i brand, che avrebbero così la possibilità di raggiungere i propri utenti in uno dei luoghi virtuali in cui trascorrono principalmente il loro tempo. Un’idea avvincente anche se ancora embrionale: la cosa importante in questo momento è fare comprendere agli utenti che gli annunci non saranno contemplati e che i dati personali non saranno ceduti agli enti commerciali. O perlomeno queste sarebbero le premesse.

Inutile dire che l’app dalla parte del manico ce l’abbiano proprio loro: chi, infatti, rinuncerebbe al proprio account Whatsapp dopo un suo così radicato utilizzo? Dobbiamo ammettere infatti che le chat istantanee siano ormai il futuro delle relazioni sociali (anzi, ormai sono il presente!), basti pensare che l’ISIS ne ha una sua propria, ovviamente criptata, che ancora non si è riusciti a decodificare!

Whatsapp: niente più canone annuale, nuove opportunità per i brand?

Ad ogni modo, se i progetti di Whatsapp resteranno invariati per i brand si prospettano nuove allettanti opportunità d’interazione con il proprio target, e ciò non vuol dire necessariamente che sia proprio quest’ultimo a rimetterci: provate a immaginare la comodità di poter comunicare con la propria banca, di poter ricevere aggiornamenti sullo stato del proprio volo dalla compagnia aerea di riferimento e molto altro ancora. Non resta che attendere e aspettare la prossima mossa di Big W.

SHARE