20 febbraio 2015

Snapchat: la chat dei messaggi effimeri presto terza startup al mondo

Tempi d’oro si prospettano per Snapchat, l’app dai messaggi usa e getta che non getta però la spugna nella sua scalata al successo. Se è vero, infatti, che la startup ha fatto dell’evanescenza dei messaggi il suo punto di forza, è ancor più vero che quando si tratta di investimenti l’impalpabilità è fuori questione. Ecco perché ha rifiutato l’offerta d’acquisto di Facebook, preferendo ai suoi “miseri” 3 miliardi di dollari le sempre più numerose offerte d’investimento.

MAKED blog - Snapchat: la chat dei messaggi effimeri ambisce al podio delle startup

Proprio in questi giorni, infatti, sembrerebbe che Snapchat sia in trattativa con potenziali investitori per raccogliere finanziamenti per un valore di 500 milioni di dollari, cifra che le permetterebbe di raggiungere una valutazione tra i 16 e i 19 miliardi di dollari, entrando così a pieno diritto nel podio delle startup tecnologiche dopo Xiaomi (produttore cinese di cellulari) e Uber.

Con 171 milioni di utenti attivi in tutto il mondo a soli tre anni dalla sua nascita, l’app di messaggistica condivide con molte sue simili un parto comune: un’università, un felice incontro tra due giovani menti e un’intuizione geniale. Evan Spiegel e Bobby Murphy, due confratelli dell’università di Stanford, sono stati infatti i primi a cogliere la sfida di una piccola rivoluzione nel campo delle chat: più privacy.

MAKED blog - Snapchat: la chat dei messaggi effimeri ambisce al podio delle startup

Proponendosi, dunque, come alternativa più discreta al sempre più popolare Facebook, Snapchat deve il suo successo all’estrema facilità di utilizzo (condividi in un click le immagini, le quali scompaiono dopo dieci secondi dalla lettura) ma anche alla grande mole di investimenti che sin dalla sua nascita le ha permesso il sostentamento e la sua gratuità. Non solo.

Come tutte le idee digitali, il trucco per una crescente popolarità sta nella capacità di ascolto del proprio target e nell’aggiornamento continuo. Ecco perché Snapchat continua a espandersi, e il lancio della piattaforma di notizie Discover (in partnership con la CNN, il canale sportivo ESPN e la rivista National Geographic) ne è solo un esempio. E c’è da dirlo: promette davvero bene!

SHARE