30 gennaio 2015

Microsoft HoloLens: tocca con mano il digitale con gli ologrammi in HD

Si è svolto la scorsa settimana l’attesissimo keynote di presentazione di Windows 10, il primo sistema operativo veramente multi-piattaforma in arrivo intorno alla metà di quest’anno; tuttavia, nonostante la grande attesa, un’altra novità tecnologica è riuscita a rubare la scena all’ultimissimo software di casa Gates facendo parlare (e fantasticare) di sé. Stiamo parlando di Microsoft HoloLens, la piattaforma olografica più avanzata al mondo che in barba ai tanto discussi Google Glass si prefigge di andare oltre la realtà aumentata, fondendo la vita virtuale con quella reale grazie agli ologrammi in HD.

MAKED blog - Microsoft HoloLens: tocca con mano il digitale con gli ologrammi in HD

Questo perché HoloLens mappa in modo intelligente la stanza in cui ti trovi, inserendo gli ologrammi nell’ambiente che ti circonda, integrandoli con gli oggetti e gli spazi intorno a te e rendendo i contenuti digitali tanto reali quanto la poltrona e il tavolo del tuo soggiorno. Potrai dunque utilizzarli contemporaneamente con gli oggetti reali, trascinandoli nella stanza fino a renderla una tela da arricchire con giochi, applicazioni, progetti e molto altro.

MAKED blog - Microsoft HoloLens: tocca con mano il digitale con gli ologrammi in HD

Con HoloLens, dunque, Microsoft non porta semplicemente gli ologrammi nella vita reale ma rivoluziona la tradizionale idea di informatica: non vi saranno più, infatti, uno schermo da toccare o un mouse da cliccare, perché i comandi saranno impartiti con gli input di mani, occhi e voce, senza la necessità di cavi o altro. Potrai in questo modo usare i gesti per plasmare i tuoi ologrammi, navigando con i tuoi occhi e comunicando a voce con le applicazioni.

MAKED blog - Microsoft HoloLens: tocca con mano il digitale con gli ologrammi in HD

Inutile dire che le potenzialità di questa nuova piattaforma sono pressoché infinite: con la possibilità di progettare e modellare gli ologrammi non vi saranno più limiti alla creatività, cambiando inoltre il tradizionale modo di imparare, lavorare e condividere le proprie idee con chi ci circonda. Per non parlare di tutte le possibili applicazioni del visore, rappresentate egregiamente nel video di presentazione trasmesso durante il keynote: dall’ambito casalingo, a quello ludico e ingegneristico fino all’aerospaziale, HoloLens sembra essere destinato a grandi cose, cose che noi umani abbiamo solo potuto immaginare ma che a breve saranno alla portata di noi comuni mortali!

Che sia l’inizio di una nuova era? Stando alle parole di Microsoft, sembra proprio di sì.

L’era dell’informatica olografica è qui.
Quando cambi il modo di vedere il mondo,
puoi cambiare il mondo che vedi.

SHARE