4 maggio 2015

Google sceglie il Made in Italy: il prossimo Glass è firmato Luxottica

Sin dal loro lancio i Google Glass hanno fatto parlare di sé e anche in questo periodo continuano a farlo, questa volta con un pizzico di orgoglio per il nostro senso d’appartenenza italiano. Il colosso di Mountain View ha infatti scelto l’azienda italiana Luxottica, leader mondiale nel mercato degli occhiali, come suo partner per lo sviluppo dei nuovi Glass, ma questa non è certo una novità.

Nonostante la segretezza che avvolge la loro produzione, alcuni rumors sembrerebbero affermare che l’azienda italiana stia ultimando la nuova generazione di occhiali tech proprio in questo momento e che questi raggiungeranno il mercato a breve. La fase sperimentale è dunque terminata e gli occhiali del futuro stanno per diventare non solo una realtà, ma potenzialmente una realtà di tutti i giorni.

Luxottica si dimostra ancora una volta pioniera nell’industria eyewear e pronta ad accettare la sfida che l’attende: “Pensiamo sia giunto il momento di unire le competenze, il know-how e la forte attenzione alla qualità del prodotto che ci caratterizzano con l’altissima competenza tecnologica di Google per dare vita a una nuova generazione di dispositivi rivoluzionari.”

Dispositivi rivoluzionari, così li definisce Andrea Guerra, Chief Executive Officer di Luxottica Group. Del resto, se è vero che il design dei primi Google Glass non era certo invidiabile, chi può immaginare come potranno apparire gli stessi occhiali smart se a curarne ogni dettaglio estetico è la mamma di brand culto come Ray-Ban e Oakley?

glass-650x370

In ogni caso, l’accordo tra i due colossi non è soltanto una grande novità nel campo degli smart eyewear ma segna un importantissimo passo in direzione di un connubio sempre più ricercato tra il mondo del fashion e l’intero settore della wearable technology.
Il fatto che Google abbia scelto proprio un’eccellenza italiana per il design di rilancio del suo prodotto di punta, infatti, conferma ancora una volta come il Made in Italy non viva dei soli successi del passato ma riesca a rinnovarsi costantemente per conquistare il futuro. E se il futuro è smart, che smart sia!

SHARE