14 ottobre 2015

Facebook Reactions: non solo il Like per esprimere le proprie emozioni

“Non tutti i momenti sono bei momenti e se condividi qualcosa di triste […] non è carino mettere Like.”

Questo l’annuncio di Mark Zuckerberg che un mese fa ha reso virale il rumors che un tasto Dislike fosse in cantiere presso il colosso di Menlo Park. Di rinunciare al tasto like, infatti, non se ne parla, ma offrire agli utenti un’alternativa che rispecchi quanto più fedelmente possibile il loro stato d’animo, questo sì.

Ecco perché si è parlato anche di Emphaty Button, ma l’assenza di comunicazioni ufficiali ha finora solamente contribuito a generare suspense lasciandoci soli con le nostre congetture. Fino a qualche giorno fa.

Ha infatti fatto capolino nei profili degli utenti Facebook spagnoli e irlandesi la funzione Reactions, pronta ad affrontare la fase di testing e ansiosa di raggiungere il resto del mondo. Ma di cosa si tratta?

MAKED blog - Facebook Reactions: non solo il Like per esprimere le proprie emozioni

Reactions permetterà agli utenti di esprimere molto più di un semplice Like, offrendo un ventaglio di ben sei emozioni (quelle che secondo le ricerche sui focus group accomunano gli user di tutto il mondo) rappresentate da altrettante emoji: amore, divertimento, gioia, sorpresa, tristezza e rabbia.

Un feedback più intelligente, dunque, che permetterà a chiunque di poter esprimere il proprio giudizio e agli inserzionisti di non temere l’attacco degli haters che sicuramente si sarebbe scatenato se la novità avesse davvero preso le sembianze di un tasto “Non mi piace”.

facebook reactions

Tenendo premuto il tasto Like avremo la possibilità di scegliere una delle sei nuove emoji, quella che più fedelmente rappresenterà la nostra reazione al post in argomento. Una possibilità interessante per gli utenti e ancora di più per brand e aziende, che avranno finalmente uno strumento più accurato per misurare il sentiment sui contenuti da loro pubblicati.

Ancora una volta, quindi, Zuckerberg si dimostra sensibile al tema dell’ascolto dei fan mettendo a disposizione uno strumento che permette agli utenti di esprimere più chiaramente il loro giudizio: è compito dei brand e delle agenzie utilizzare anche queste informazioni all’interno delle proprie attività di web listening per poter definire la strategia di marketing migliore.

facebook reactions

Insomma, Reactions rappresenta in tutto e per tutto un cambiamento radicale per le abitudini e i comportamenti degli abitanti del social network più popolato al mondo: non resta che incrociare le dita e sperare che dopo la fase di test questa piccola rivoluzione giunga anche da noi!

SHARE